Questo sito utilizza unicamente cookie tecnici (cookie di sessione, analytics e cookie di funzionalità).
Per saperne di più e per negare il consenso all’utilizzo dei cookie, clicca qui

Che cos’è

Per combattere in modo ancora più efficiente l’evasione fiscale, il legislatore ha ratificato la normativa FATCA (acronimo di “Foreign Account Tax Compliance Act”) con la Legge 18 Giugno 2015 n. 95, introducendo nell’ordinamento italiano anche nuove disposizioni concernenti gli adempimenti a carico delle Compagnie di Assicurazioni, ai fini dell’attuazione dello Scambio Automatico di Informazioni con l’Agenzia delle Entrate. Ovvero, è stato previsto l’obbligo di inviare all’Agenzia delle Entrate i rapporti relativi ai soggetti con residenza fiscale in Stati diversi dall’Italia.
Le nuove disposizioni si applicano sia alle persone fisiche sia alle persone giuridiche.

Il cliente che sottoscriverà o abbia già sottoscritto una polizza vita, dovrà pertanto dichiarare se fiscalmente residente in uno Stato estero, e tale informazione dovrà essere fornita sia all’atto della sottoscrizione della proposta di polizza, sia in un momento successivo qualora la polizza sia già in essere o qualora i dati forniti alla Compagnia siano nel frattempo variati o aggiornati.

In entrambi i casi sarà necessario fornire di volta in volta l’adeguata documentazione (quale ad esempio, la modulistica richiesta dall’autorità fiscale statunitense IRS – Internal Revenue Services - per FATCA e/o il numero di identificazione fiscale legato al Paese di residenza fiscale) nonché sottoscrivere una modulistica specifica.

Cosa fa Zurich

Zurich, nel pieno rispetto delle normative vigenti, si attiene agli obblighi previsti di identificazione, documentazione e reporting nelle relazioni con i propri clienti, e conseguentemente a:

  • rispettare specifiche procedure di “due diligence” per identificare e raccogliere informazioni sui conti detenuti in Italia da soggetti statunitensi (persone fisiche o giuridiche) e dalle persone giuridiche non statunitensi che abbiano soggetti statunitensi nella catena di controllo;
  • rispettare specifiche procedure di “due diligence” per identificare e raccogliere informazioni sui conti detenuti da soggetti fiscalmente residenti all’estero;
  • segnalare annualmente all’autorità fiscale specifiche informazioni su soggetti statunitensi o fiscalmente residenti all’estero, dei soggetti che si dovessero rifiutare di fornire le informazioni richieste ed infine le Istituzioni finanziarie non aderenti a FATCA.

Zurich ha inoltre provveduto ad aggiornare i fascicoli informativi e la modulistica contrattuale dei prodotti rientranti nel perimetro di applicazione della normativa.

Cosa cambia per il Cliente

Dal 1° luglio 2014 per i soggetti rientranti nella normativa FATCA e dal 1° gennaio 2016 per i soggetti fiscalmente residenti in altro Stato estero rientranti nello Scambio Automatico di Informazioni, è obbligatorio fornire le informazioni richieste, durante la fase di sottoscrizione di un prodotto assicurativo Zurich ed altresì durante tutte le fasi intermedie fino alla liquidazione.