Questo sito utilizza unicamente cookie tecnici (cookie di sessione, analytics e cookie di funzionalità).
Per saperne di più e per negare il consenso all’utilizzo dei cookie, clicca qui

Nell’ambito della sicurezza stradale, un tema di prevenzione molto importante è quello che riguarda la guida in stato di ebbrezza.

In Italia, guidare oltre i limiti di assunzione di bevande alcoliche previsti dalla legge è un reato punito con diverse sanzioni. L’entità della sanzione varia a seconda del tasso alcolemico rilevato al momento del fermo.

Attualmente la legge prevede un limite massimo di 0,5 grammi per litro. Raggiungere questo limite è un fatto molto soggettivo, la capacità di assimilare l’alcol dipende infatti da sesso, età, peso e altre caratteristiche fisiche della persona.

Quando si supera il limite, il conducente del veicolo fermato viene sottoposto a sanzioni che possono essere anche molto pesanti: ritiro della patente, obbligo di visita medica periodica e, nell’eventualità di incidenti che coinvolgano altri veicoli o persone, responsabilità civile e risarcimento danni.

Inoltre, occorre tener conto che, per quanto riguarda l'assicuratore:

  • Se il guidatore è rimasto ferito non avrà diritto a nessun indennizzo;
  • I danni alla propria autovettura non saranno risarciti;
  • La garanzia Tutela legale non sarà applicabile;
  • La Compagnia aumenterà il premio annuo o potrà rescindere il contratto;
  • La Compagnia potrà rivalersi in sede di responsabilità civile sul conducente/proprietario dell’auto

Per questi motivi, ma soprattutto per garantire la sicurezza di chi è con te e degli altri veicoli su strada, non bisogna bere alcolici prima di mettersi alla guida.