Questo sito utilizza unicamente cookie tecnici (cookie di sessione, analytics e cookie di funzionalità).
Per saperne di più e per negare il consenso all’utilizzo dei cookie, clicca qui

Il risarcimento diretto è la procedura di indennizzo assicurativo, in vigore dal 1° febbraio 2007, che in caso di incidente stradale consente ai danneggiati non responsabili (o responsabili solo in parte) di ottenere il risarcimento direttamente dalla propria compagnia di assicurazione.

Si può attivare la procedura di indennizzo diretto solo nel caso di un incidente tra 2 veicoli a motore, entrambi immatricolati in Italia (o nella Repubblica di san Marino o nello Stato del Vaticano) e assicurati con compagnie italiane o con una compagnia straniera che abbia aderito alla procedura di risarcimento diretto) e nel caso in cui il conducente abbia subito lesioni di lieve entità.

Ti vengono risarciti direttamente:

  • danni subiti dal veicolo assicurato
  • le lesioni di lieve entità (cioè i danni alla persona con invalidità permanente non superiore al 9%) subite dal conducente
  • i danni alle cose trasportate nel veicolo e di proprietà dell’assicurato o del conducente
  • danni subiti dai passeggeri dei veicoli coinvolti (anche in caso di lesioni gravi)

La procedura di risarcimento diretto è esclusa:

  • se nel sinistro risultano coinvolti più di due veicoli a motore
  • in assenza di collisione materiale tra i due veicoli
  • se il sinistro è avvenuto all’estero
  • se il sinistro è avvenuto con veicoli immatricolati all’estero
  • se nel sinistro viene coinvolto un ciclomotore sprovvisto di nuova targa
  • nel caso di danni fisici gravi al conducente

In questi casi si applica la procedura ordinaria.