Questo sito utilizza unicamente cookie tecnici (cookie di sessione, analytics e cookie di funzionalità).
Per saperne di più e per negare il consenso all’utilizzo dei cookie, clicca qui

Superare i confini: il risk management oltre l’assicurazione

Zurich definisce pratiche linee guida per la gestione del rischio a fronte
di una grande incertezza

La maggior parte dei rischi che devono affrontare le imprese si può facilmente identificare, valutare e controllare. Ma c’è una categoria di rischi con conseguenze spesso gravi che talvolta è difficile da prevedere, ancor più difficile da valutare e soprattutto da controllare. Questa difficoltà dipende da una buona dose di incertezza che, a differenza dei rischi semplici e quantificabili, può essere indefinibile e difficilmente inserita in un modello. Ma l’incertezza non può essere trascurata, è un fattore che deve essere tenuto presente nell’ambito della gestione del rischio aziendale.

Un nuovo studio “Pushing the boundary – Risk management beyond insurance”, (Superare i confini, la gestione del rischio oltre l’assicurazione), pubblicato il 24 gennaio da Zurich Financial Services Group, dimostra che se si aderisce ad alcuni principi di base e si adotta un approccio fondato sul buon senso, le sfide generate dall’incertezza possono essere vinte. Lo studio esamina la categoria di rischi apparentemente ingestibili, come il rischio di reputazione o il rischio della catena di fornitura che sono in grado di sconvolgere i piani aziendali e distruggere il valore per l’azionista. Ciò che rende questi rischi ancor più problematici è il fatto che in genere non sono assicurabili, quindi le imprese devono trovare da sole una soluzione per monitorare, ridurre e gestire tali rischi. 

Lo studio definisce pratiche linee guida per la gestione del rischio a fronte di
una grande dose di incertezza. In particolare delinea cinque suggerimenti:

1. L’incertezza può essere valutata e misurata.
2. Occorre costruire dei radar in grado di monitorare i rischi emergenti e
adottare dei sistemi di monitoraggio continuo.
3. Anche in una situazione di incertezza è possibile e necessario fare delle
stime prudenti.
4. È indispensabile pianificare eventuali situazioni di emergenza.
5. L’adozione di sistemi di protezione ridurrà l’impatto negativo.

 

 

Per ulteriori informazioni:

Marco Braga,
Head of Corporate Communications Zurich Italia
+39 02 5966 2206 (direct)
+39 3351522528 (mobile)
marco.braga@it.zurich.com

Sonia Bertassi,
Corporate Communications Zurich Italia
+39 02 5966 27057 (direct)
sonia.bertassi@ it.zurich.com