Questo sito utilizza unicamente cookie tecnici (cookie di sessione, analytics e cookie di funzionalità).
Per saperne di più e per negare il consenso all’utilizzo dei cookie, clicca qui

Assemblee Zurich: utili ad 88 miliardi

Milano, 3 maggio 2001 - Le assemblee delle sette società assicurative e finanziarie di diritto italiano che fanno capo a Zurich, consociata italiana di Zurich Financial Services (ZFS), riunitesi il 26 aprile hanno ratificato il bilancio relativo alla gestione 2000. Le società del gruppo Zurich Italia hanno realizzato utili complessivi, al netto delle imposte, per 88 miliardi di lire, raddoppiando l'utile dell'anno precedente pari a circa 40 miliardi di lire.

Nello stesso contesto, le assemblee delle tre compagnie assicurative (Zurich International Italia, Zurich Investments Life e Sicurtà 1879) hanno nominato Amministratore Delegato e Country C.E.O. FRANCESCO LA GIOIA, già vicedirettore generale di Zurich Italia ed Amministratore Delegato di Zurigo Sim.

ADOLFO BERTANI ha lasciato per raggiunti limiti di età il timone operativo del gruppo ed è stato confermato nella carica di Presidente sia delle compagnie assicurative che delle quattro società finanziarie (Zurich Investments Sgr, Zurich Investments Sim, Zurich Investments Gest Sim e Zurigo Sim) che fanno parte del Gruppo in Italia.

Nei consigli di amministrazione delle compagnie assicurative italiane è entrato a far parte anche JOSE' CELA, C.E.O. della Southern European Region, di cui fa parte l'Italia. Inoltre, nel contesto del nuovo modello organizzativo di ZFS a livello internazionale che prevede otto Region, due manager del gruppo Zurich Italia, ANGELO CAMESASCA e GIAMPIERO BRIGNOLI, sono stati chiamati ai vertici di due Board strategici della Regione del Sud-Europa, in qualità di responsabili rispettivamente del settore "Commercial and Corporate" e dell'area Information Technology

Per quanto riguarda i risultati ufficializzati dal bilancio 2000, il volume dei premi assicurativi si è attestato sui valori dell'esercizio precedente con una raccolta di 2.177 miliardi di lire ed un aumento del portafoglio assicurativo del 8,8%. In particolare, il volume dei premi è cresciuto del 8,6% nei rami Danni e del 9,7% nei premi annui Vita, mentre è stato registrato un decremento dei premi unici Vita, conseguenza di una politica di rafforzamento nel tempo del valore del portafoglio.

Il buon utile fatto registrare dal bilancio del gruppo Zurich in Italia (circa 88 miliardi di lire) tiene anche conto delle plus-valenze realizzate a seguito della fusione della succursale Zurigo Vita nella nuova società Zurich Investments Life e del complessivo buon andamento del risultato tecnico. Se è stato ancora pesante il rapporto sinistri-premi nella RC Auto (94,1%), gli altri Rami hanno registrato un migliorato andamento tecnico che ha compensato il riscontro negativo del settore Auto con un 75,5% a livello totale Danni.

In materia di asset-management, il totale dei patrimoni gestiti nel 2000 ha superato i 6.200 miliardi di lire, con una flessione rispetto all'anno precedente determinata dagli investimenti richiesti dalla riorganizzazione decisa per la rete di promotori finanziari Zurich Investments Sim.