Questo sito utilizza unicamente cookie tecnici (cookie di sessione, analytics e cookie di funzionalità).
Per saperne di più e per negare il consenso all’utilizzo dei cookie, clicca qui

Ragazzi al volante: la logica “peer to peer” può ridurre gli incidenti stradali

Una ricerca, condotta da Fondazione IARD e Zurich Italia, e un libro per dimostrare come sia possibile migliorare i comportamenti di guida tra i giovani, trasformandoli in agenti attivi del cambiamento.

 

Milano, 29 novembre 2007 - Fondazione Iard presenta alla libreria Mondatori (P.za Duomo, Milano - alle ore 15.00) il libro “Ragazzi al volante - l’influenza del gruppo dei coetanei sui comportamenti di guida”, tratto dalla ricerca, condotta in collaborazione con Zurich Italia, sui comportamenti di guida dei giovani.

La ricerca, condotta alla fine del 2006, ha coinvolto più di 800 studenti in sei scuole di Brescia e Bergamo, province dove il tasso d’incidentalità è tra i più elevati in Italia ed è la seconda fase di un progetto che ha già coinvolto studenti di Roma, Milano e Napoli.
 
“Accade perché i giovani sono sordi alle raccomandazioni degli adulti, ma estremamente sensibili all’atteggiamento dei coetanei, in positivo e in negativo: per questo, la chiave di volta per ridurre i morti sulle strade sta nella metodologia peer to peer, cioè l’educazione tra pari”, sostiene Renato Pocaterra, ricercatore della Fondazione Iard e coordinatore del progetto di ricerca che sta alla base del libro “Ragazzi al volante”.

Il progetto ha applicato la logica peer to peer a un intervento di tipo psico-pedagogico rivolto a oltre 800 studenti tra i 14 e i 19 anni, in sei scuole superiori di Bergamo e Brescia, con risultati incoraggianti: l’attenzione ai comportamenti di guida è aumentata con percentuali variabili, a seconda del ruolo assunto dai giovani nel corso della sperimentazione, dal 22 al 60%.
“Per la prima volta siamo riusciti a incidere su quella dissonanza per cui i giovani, pur conoscendo le regole della guida sicura, non le applicano, perché non le fanno proprie e confidano ciecamente nelle proprie abilità”, spiega Pocaterra. “La ricerca ha mostrato di poter realmente modificare i comportamenti dei giovani e questo è un risultato di estrema rilevanza, perché il cambiamento avviene soltanto se il nuovo comportamento diventa parte di sé e allora è tendenzialmente irreversibile”.

In fase di analisi dei comportamenti di guida, è emerso, per esempio, che Il 25% dei giovani non avrebbe alcun problema a far guidare un amico ubriaco, dopo una serata in discoteca, e che la presenza in auto di un coetaneo tende ad abbassare i livelli di prudenza di guida.

Al termine dei diversi moduli di intervento, però, l’86,3% dei giovani coinvolti con un ruolo di leadership nel veicolare i messaggi ai coetanei aveva interiorizzato un atteggiamento più consapevole verso la guida sicura e il 53% del campione aveva concretamente modificato i propri comportamenti di guida.

“La crescita costante degli incidenti stradali che coinvolgono i giovani dice che finora nessun intervento di prevenzione è stato davvero efficace”, ha commentato Francesco La Gioia, amministratore delegato del gruppo Zurich Italia. “Oggi finalmente disponiamo di una metodologia scientifica che potrebbe consentire di modificare realmente i comportamenti di guida dei giovani e che intendiamo mettere gratuitamente a disposizione delle amministrazioni locali, dei provveditorati e dei ministeri per le loro politiche di prevenzione”.

Zurich Financial Services Group fornisce servizi finanziari a nucleo assicurativo e dispone di una rete globale di sedi e filiali in Nordamerica ed Europa, nonché nell'area asiatica del Pacifico, in America Latina e in altri mercati. Fondato nel 1872, il Gruppo ha la propria sede centrale a Zurigo, in Svizzera. Si avvale di quasi 58 mila collaboratori dedicati ad una clientela presente in oltre 170 paesi.

Per informazioni alla stampa:
www.zurich.it
Ufficio Stampa :
Twister communications group, Milano, t. 02 438114200
Giovanni Landolfi, cell. 335 7117028
Maria Novella Fabretti, cell.338-7780401